Dopo le 10 medaglie in Bosnia, l’Italia del Taekwondo ITF cerca l’exploit in Bulgaria

Dopo le 10 medaglie in Bosnia, l’Italia del Taekwondo ITF cerca l’exploit in Bulgaria

Successo chiama successo. Dopo le 10 medaglie, di cui 4 d’oro, ottenute in Bosnia-Herzegovina, l’Italia del Taekwondo ITF è partita per la Bulgaria, dove fino a domenica 12 giugno è in programma l’Open di Sofia. I successi e i piazzamenti raggiunti a Zvornik non possono essere dimenticati, ma dovranno diventare uno stimolo per alzare l’asticella o trasformarsi in un trampolino di lancio. Le premesse per realizzare qualcosa di unico e di grande ci sono tutte. La nutrita compagine azzurra, che tra le sue fila annovera atleti tesserati per i sodalizi sportivi affiliati ad OPES, ha le carte in regola per migliorarsi, per mettersi in luce e per rimpinguare il medagliere.

 

Tra le punte di diamante della spedizione, ci sono sia Leonilde Rubino sia Ferdinando Pistillo. La giovane fighter (categoria junior 16-17 anni) di Barletta, in Bosnia, ha conquistato l’oro nelle forme e nel combattimento; mentre il portacolori del team Ardito è salito sul gradino più alto del podio nel combattimento senior (18-39 anni) ed ha ottenuto un argento nelle forme. Alla chiamata dei Master Ruggiero Lanotte e Raffaele Ardito hanno risposto presente pure Ivan Ilgrande, Antonio Guglielmi, Ruggero Dagnello, Davide Giuseppe Piazzolla, Cosimo Damiano Dimonte, Angelo Lanotte, Angela Dibenedetto e Silvia Borraccino della Federico II di Svevia Barletta.

Dopo i dieci piazzamenti sul podio ottenuti al recente open internazionale di Serbia – ha ammesso il master barlettano Ruggiero Lanotte, presidente della Fitsport Italia e vicepresidente della Eitf – l’obiettivo è quello di provare a ripetersi ad alti livelli. I nostri ragazzi si presentano a Sofia in ottima condizione. C’è la convinzione di poter vivere un’altra esperienza caratterizzata da grandi soddisfazioni“.

 

Gare ma non solo. In vista degli Europei di Taekwondo ITF, in programma a Rimini nel 2023, proseguono i raduni collegiali. Domenica scorsa, presso il Pala Panunzio di Molfetta, quaranta atleti si sono ritrovati per uno stage tecnico diretto dai Master Ruggiero e Giuseppe Lanotte. Il bilancio del primo allenamento riservato agli atleti del Sud Italia è stato senza dubbio positivo. “Siamo contenti – ha aggiunto Ruggiero Lanottedi aver coinvolto diverse società del nostro territorio. I ragazzi hanno messo in evidenza un ottimo livello tecnico e grandi motivazioni. Di sicuro, in vista della prossima rassegna europea, non temono il confronto con i migliori atleti del Vecchio Continente “.

 

 

IMG_20220605_175419_665

Categorie: NAZIONALE

Write a Comment

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato
Required fields are marked*