Donne e sport: OPES aderisce alla campagna di sensibilizzazione del Dipartimento per lo sport

Donne e sport: OPES aderisce alla campagna di sensibilizzazione del Dipartimento per lo sport

Donne. Donne e sport. Donne e carriera. Donne e genitorialità. Donne e stereotipi. Donne e pari opportunità. Donne.

La nuova campagna del Dipartimento per lo sport, a cui OPES ha aderito, intende promuovere e valorizzare lo sport femminile e indagare le luci e le ombre che caratterizzano la vita di una donna, definendo anacronistici e sorpassati i cliché che accompagnano il suo percorso, soprattutto nell’ambito sportivo.

Lo spot realizzato per l’occasione si traduce in un collage di immagini che vede delle atlete – a prescindere dalla condizione e dall’etnia di appartenenza – muoversi libere in ogni spazio, dalla piscina ai campi di calcio, passando per le sale dal ballo fino ad arrivare al ring: ovunque, libere. I frame si rincorrono sulle note de “la donna è mobile” dal Rigoletto di Giuseppe Verdi: una scelta simbolica che mette in contrapposizione donne impegnante e attive, alla melodia classica che descrive una donna leggera e volubile. 

L’intento primario è sdoganare la narrazione che si fa del mondo femminile, auspicando l’arrivo di qualcosa di nuovo, anzi, per la precisione di “un’aria nuova per lo sport”, così come recita il claim della campagna. D’altra parte, questo spot arriva nel mese di novembre, un mese iconico: il 25 ricorre, infatti, la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, voluta dalle Nazioni Unite. Un altro tema che riguarda la sfera di interesse e di cui bisogna tenere conto. 

Di fondo, quindi, l’iniziativa si rivolge a un pubblico sterminato, che non riguarda solo il parterre femminile, tutt’altro. Sensibilizzare e fornire una nuova prospettiva sulle difficoltà che ancora si riscontrano, riguarda tutti, indistintamente dal genere o dall’età. Ad esempio, porre l’accento sulla maternità inserendo nel video una donna in tenuta sportiva che culla il proprio bambino significa normalizzare un evento naturale ed evidenziare che genitorialità e carriera possono e devono convivere, non rappresentando un limite.

OPES aderisce alla campagna sposando gli intenti e le tematiche sviluppate. Lo sport appartiene a tutte e tutti ed è fondamentale che ognun* possa seguire e realizzare i propri sogni.

CLICCA QUI PER LO SPOT

Categorie: NAZIONALE

Write a Comment

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato
Required fields are marked*