In Grecia si incoronano i re del Taekwon-do, l’Italia punta su 22 atleti della Fitsport

A Salonicco si incoronano i re del taekwon-do. Fino al prossimo 4 dicembre, infatti, la città portuale del Mar Egeo ospiterà 1.500 atleti che si sfideranno nel prestigioso evento internazionale denominato “King of Taekwon-do“. Il meglio delle scuole dell’arte marziale coreana  sarà in Grecia per dare vita ad una competizione che si preannuncia entusiasmante e di altissimo profilo. L’Italia non starà a guardare e sarà presente all’appuntamento greco con una delegazione composta da 22 atleti della provincia di Barletta, Andria e Trani.

Un Team di Alto Livello

Il gruppo, selezionato da Fitsport Italia e guidato dagli esperti coach Ruggiero Lanotte e Raffaele Ardito, annovera nomi del calibro di Francesco Manna, Antonio Guglielmi, Ruggero Dagnello e Anna Dea Dascanio. Insieme a loro ci sono anche altri fighter che possono contare su un palmares invidiabile e su qualità tecniche, atletiche e morali di spicco.

Obiettivi e Aspettative

L’obiettivo principale per gli atleti pugliesi al King of Taekwon-do in Grecia è quello di misurarsi in una prestigiosa manifestazione internazionale senza l’assillo di dover vincere a tutti i costi. Ogni sfida sul tatami permetterà ai fighter azzurri di mettere nel proprio bagaglio un po’ di esperienza per poi presentarsi al massimo della forma ai Campionati Europei, in programma il prossimo anno in Slovenia.

Una Rappresentanza Diversificata

Oltre al Team Federico II Barletta – Andria, la Puglia si fa onore anche con la partecipazione di altri team di rilievo, come il Team Rea Sport Canosa di Puglia, che può contare su Ferdinando Pistillo e Samuel Tiani, e il Team Pistillo Spinazzola-Minervino, tra le cui fila spicca il nome di Mariangela Cicchelli. La presenza di atleti di diverse fasce d’età e categorie dimostra la versatilità e la profondità del talento pugliese in questo sport.

In Conclusione

La partecipazione degli atleti pugliesi al King of Taekwon-do in Grecia è un importante passo verso la riaffermazione dell’Italia nel panorama internazionale del Taekwon-do. Con determinazione, talento e preparazione, questi atleti sono pronti a dimostrare che lo sport italiano ha molto da offrire sul palcoscenico mondiale.

Condividi il post:

Articoli simili