Outdoor: bushcraft, orienteering, survival, archeologia sperimentale

Torna alla Homepage Outdoor: bushcraft, orienteering, survival, archeologia sperimentale

 

Desiderate conoscere le varie tecniche basilari per sopravvivere in un ambiente naturale, magari in condizioni estreme? La sopravvivenza di un individuo non dipende soltanto dalla fortuna, dall’avere il sangue freddo e dalla razionalità, ma anche dalla conoscenza. Fare la cosa giusta, quella più opportuna, al momento giusto vuol dire rimanere in vita o migliorare la propria condizione. L’insieme di tutte quelle tecniche e conoscenze atte a vivere in un un determinato habitat si chiama “bushcraft”. Il termine inglese, parola che unisce bush (bosco) e craft (capacità), si riferisce a tutte quelle nozioni e capacità primitive che hanno aiutato l’uomo ad evolversi e che sono state impresse nel nostro DNA sin dalla notte dei tempi. Il bushcraft non fa affidamento sulle moderne tecnologie, ma privilegia l’uitlizzo di pochi elementi per sopravvivere in un ambiente naturale.

 

Organigramma

 

NAZIONALE

 

Referente Nazionale Settore OUTDOOR OPES:  Michele Lupoli

Mail: preistoriainclasse@gmail.com

Telefono: 3336247040

 

CHI SIAMO

Il Settore, come è intuibile, si occupa di discipline OUTDOOR di vario genere unite tutte da forti elementi in comune, il bushcraft, l’escursionismo, il survival e il tiro con l’arco.

Il Tiro con l’arco in particolare, praticato in maniera differente, dinamica, primitiva, istintiva, naturale, survivalistica e moderna secondo lo stile del tiro dinamico praticato in Wolves Italia, inoltre, è parte fondamentale dell’iter formativo obbligatorio di base dei nostri Istruttori Outdoor.

Il Settore Outdoor può essere concepito come un settore Multithlon-pluridisciplinare dei boschi, e non solo, al pari di analoghe discipline sportive, in quanto tra le sue discipline annovera oltre al tiro con l’arco, base di partenza, anche canoa canadese e kayak, corsa ad ostacoli/ocr/bootcamp, slackline, arrampicata sugli alberi, nordic walking, boomerang, kayak, orienteering, survival, etc.. che altro non sono, tutte insieme, che quella unica disciplina sportiva, vera ed antica che faceva parte di tutte le popolazioni native di tutta la Terra che si chiamava Vita, quella che praticava il cacciatore/raccoglitore uomo “primitivo”! Per questo motivo abbiamo sviluppato delle proposte a 360°.

 

OBIETTIVI SPORTIVI ED EDUCATIVI

Le attività Outdoor & bushcraft del nostro settore preparano in maniera completa i giovani e gli adulti ad affrontare la Vita, i problemi, le prove del quotidiano, a crescere e consolidare la propria Leadership, ad organizzare eventi, spedizioni, viaggi, a rafforzare il carattere e a prevenire il crescente fenomeno del bullismo facendo uso sereno ed avventuroso, durante le fasi principali dell’età evolutiva, di tali discipline che nel cammino formativo possono anche

rappresentare al giorno d’oggi una valida risposta occupazionale e lavorativa per chi la saprà utilizzare al meglio. Il riavvicinamento alla natura in maniera completa e formativa attraverso lo sport e tramite qualificati ed esperti formatori, porterà le nuove generazioni e quelle attuali a vedersi nella natura non solo come utilizzatori ma come interpreti naturali della stessa. E’ sempre più crescente infatti la richiesta di figure professionali “complete” in ambito formativo/educativo/esperienziale in questo settore che oggi viene chiamato con una sola parola: Outdoor.

La Scuola di Outdoor, Bushcraft e Survival WOLVES ITALIA– Wilderness Outdoor Leadership Values Experiential School Italia nasce in seno all’Associazione A.S.D. Il Monte Analogo ed è la scuola capofila del nostro Settore (survival sportivo/sopravvivenza, archeologia sperimentale, bushcraft, orienteering, bootcamp, discipline outdoor varie) e si occupa della formazione di diverse figure come Istruttori di Tecniche di Sopravvivenza, Istruttori di Bushcraft, Istruttori Outdoor, Istruttori di Tiro con l’arco, Istruttori Bootcamp e Istruttori di Archeologia Sperimentale.

Unitamente alle competenze precedentemente citate, ogni Istruttore Outdoor, prima di diventare tale, segue obbligatoriamente un iter di formazione sportiva in discipline come Canoa Canadese e Kayak, tiro con l’arco, orientamento con la bussola, e molti altri.

Perché nasce l’esigenza di un Settore Outdoor nazionale e di sviluppare un settore Outdoor?

Perché la figura dell’Istruttore Outdoor esiste da decenni all’estero, quindi l’opel, prima in assoluto tra le numerose Federazioni sportive Italiane, lancerà coraggiosamente questo percorso formativo da ottobre 2019.

Inoltre questa figura aiuterà le nuove generazioni per garantire loro una crescita sana a contatto con la natura attraverso discipline sportive e buone pratiche che sono sempre state alle origini della nostra civiltà ed il rafforzamento del carattere attraverso la più completa full immersion consapevole, nel mondo della Natura accompagnati da esperti educatori-formatori professionisti.

Le discipline Outdoor offrono sempre più spesso, e da sempre anche in ambito europeo, grandi possibilità formative e sbocchi occupazionali e la capofila Wolves Italia, coordinata dal responsabile nazionale Settore Outdoor Michele Lupoli, si occuperà, attraverso il suo campo base nazionale situato nei castelli Romani a Rocca Priora, in collaborazione con gli altri centri in fase di costituzione, del percorso ufficiale di formazione outdoor in località di eccellenza italiane ed estere.

Il settore sta già creando una rete di persone “ speciali” per la unicità delle scelte di vita, per la loro esperienza sul campo e per le loro competenze sportive e non, che saranno responsabili di formare figure professionali sportive e multidisciplinari specialmente anche alla luce dell’ultima legge 4 gennaio 2013. Una visione più aperta nei confronti di una figura “multitasking” che sia in grado di passare da attività di canoa a quelle di flintknapping,

dall’orienteering al tiro con l’arco, dall’escursione naturalistica guidata alle antiche tecniche di vita nei boschi.

 

 

LA MISSION e LA VISION del settore nazionale OPES outdoor

– Noi crediamo nei sogni, nello spirito indipendente e libero delle persone, nella creatività e nella felicità, nel rispetto ma anche nella condivisione delle stesse come forte momento di crescita.

– Crediamo fortemente che una persona formata a contatto con la Natura ed accompagnata da Istruttori esperti ed appassionati, che ne hanno fatto una scelta di vita, possa portare un cambiamento nella sua Vita e nella società.

– La passione per questa scelta di vita ci ha portato negli anni a conoscere persone, discipline sportive, ambienti marini e montani, di campagna e di lago, ma innanzitutto ci ha portato a prendere sempre più consapevolezza che la nostra scelta era giusta. Le nostre aule son i grandi spazi, la natura infinita che vive ogni giorno intorno a noi.

– I mezzi di locomozione sono le nostre gambe, le canoe, le mountain bike, i cavalli, le slitte, il vento, tutti all’insegna di una via pulita, sostenibile e valida per il mantenimento delle risorse naturali.

– Non cerchiamo prestazioni estreme, ma ricerchiamo l’esperienza, lo scambio, la natura di tutto il mondo, i viaggi, le scoperte nuove, gli spazi infiniti, e per affrontare questi mondi occorre preparazione, competenza, professionalità, leadership e forte motivazione che costruiamo giorno dopo giorno attraverso la formazione permanente a cui si sottopongono tutti i nostri Istruttori.

– Rispettiamo la diversità della Natura e tutti gli esseri viventi. Mitakuye Oyasin, con tutti gli esseri e con tutte le cose noi saremo fratelli. Abbiamo solo questo pianeta, la Terra, ed una intera vita non basta a vederla e a conoscerla tutta, ma noi, attraverso le attività che proponiamo, ci proviamo, perché crediamo nel passaggio delle conoscenze e nella crescita condivisa.

– Siamo fermamente convinti che il migliore metodo di formazione del carattere e di sviluppo delle capacità individuali e di team sia la Via Esperienziale sul campo, sviluppata soprattutto in ambienti naturali coinvolgenti e scenograficamente spettacolari dove il partecipante possa ritrovare se stesso e la consapevolezza delle sue capacità in una dimensione avventurosa.

– Crediamo, come molte altre organizzazioni e società native, che vivere entusiasmanti avventure in luoghi incontaminati accompagnati da esperti Professionisti e, soprattutto, Educatori possa insegnare ai partecipanti la responsabilità per tutto quello che ci circonda, il desiderio di viverla e di proteggerla in quanto in essa ci ritroviamo.

– La nostra Via è simile a quella dei Nativi Lakota Oglala di cui condividiamo le linee formative di base. Molti Istruttori e formatori del nostro settore hanno anni di esperienza in spedizioni, esperienze formative, viaggi, oltre ad essere motivati educatori.

– Ci occupiamo, in un ambiente dal clima sereno e divertendosi, di sviluppare, potenziare e valorizzare le proprie competenze sportiva, una sana forma fisica, una conoscenza del nostro corpo, la capacità di leadership e il lavoro di squadra, di sviluppare ed apprendere le competenze essenziali basilari in ambito outdoor, di migliorare le conoscenze naturalistiche e ambientali strettamente connesse al rapporto uomo-natura ed al suo delicato equilibrio, e la gestione organizzativa del rischio.

– I nostri Istruttori vengono scelti non solo sulla base delle competenze e dell’esperienza, ma anche sulla capacità di relazionarsi, di divertire, di coinvolgere e motivare i partecipanti, imparare facendo con le proprie mani, essere ciò che si insegna. Diventare conduttori-responsabili-leader della propria vita o di quella degli altri, acquisire le competenze necessarie per questo meraviglioso viaggio che è la vita stessa che non possiamo certo leggere

rimanendo fermi in un determinato posto, strada, classe, città.

 

 

LA RETE DI FORMATORI OUTDOOR DEL SETTORE OPES ITALIA

 

RESPONSABILI REGIONALI ED INTERNAZIONALI

 

MICHELE LUPOLI

COORDINATORE NAZIONALE SETTORE OUTDOOR, BUSHCRAFT E SURVIVAL OPES ITALIA

GUIDA AIGAE e FORMATORE MULTIDISCIPLINARE

(REFERENTE NAZIONALE SETTORE OUTDOOR – REFERENTE DELEGAZIONE WOLVES ABRUZZO)

 

LAVINIA LORENI

GUIDA AIGAE – FORMATRICE MULTIDISCIPLINARE ISTRUTTRICE DI TIRO CON L’ARCO OPES ITALIA

(REFERENTE WOLVES LAZIO)

 

GERARDO BASILE

GUIDA AIGAE – ISTRUTTORE DI NORDIC WALKING

(REFERENTE WOLVES CAMPANIA)

 

GIULIANO BICCHIERARO

(REFERENTE WOLVES UMBRIA)

 

ANNA DI GRAZIA GAMBARINI

GUIDA AIGAE

(REFERENTE WOLVES TOSCANA )

 

ROBERTO GIANNOTTI

OPERATORE IN ARCHEOLOGIA SPERIMENTALE

(REFERENTI WOLVES LIGURIA )

 

GRAZIA PIA VITILLO

(REFERENTE WOLVES PUGLIA)

 

DAVIDE DALDOSS

(REFERENTE WOLVES LOMBARDIA)

 

MARCO CAMINATI – ANNA PATRIZIA CAMINATI

ISTRUTTORE DI TIRO CON L’ARCO

(REFERENTI WOLVES PIEMONTE)

 

MONIA SCIARRA

ISTRUTTRICE OUTDOOR E KAYAK

(REFERENTE DELEGAZIONE WOLVES ISOLE – ISOLA DI PONZA)

 

MAURIZIO POLSINELLI

ISTRUTTORE OUTDOOR – FORMATORE MULTIDISCIPLINARE

AREA OPERATIVA : GRUPPI E COMUNITA’

 

 

LA RETE INTERNAZIONALE DI COLLABORATORI DEL SETTORE OUTDOOR OPES ITALIA

  1. NANAJ

(REFERENTE WOLVES ALBANIA )

 

  1. W. JOFE

RESP. NOSF ETIOPIA MOVIMENTO NAZIONALE SCOUT

(REFERENTE WOLVES ETIOPIA)

 

  1. ELLAR

(REFERENTE WOLVES INGHILTERRA)

 

  1. NEWTON

(REFERENTE WOLVES AUSTRALIA)

 

  1. BREUWSMA

(REFERENTE WOLVES CANADA)

 

 

CENTRO DI FORMAZIONE NAZIONALE OUTDOOR, BUSHCRAFT & SURVIVAL

CAMPO BASE LAZIO – CASTELLI ROMANI – SEDE NAZ. DEL SETTORE

Il Centro di Formazione Nazionale SETTORE OUTDOOR OPES ITALIA è il centro di Formazione da 15 anni della Wolves Italia e si trova in Via Tuscolana Km 28.750 a Rocca Priora, nel parco dei Castelli Romani in provincia di Roma.

Il Centro è nato nel 2002 come centro di esperienza e di cultura Lakota, in seguito diventato Centro di Archeologia sperimentale per arrivare fino a noi completo nella sua proposta formativa per luoghi, mezzi, ambientazioni finalizzate alla formazione completa dei partecipanti. Per le sue connotazioni uniche e per la sua vicinanza a Roma (28.750 km dal Centro di Roma) il Campo Base si presta per ritiri o vacanze attive uniche per gruppi, associazioni, squadre sportive e per giornate di Outdoor Training Aziendale. Il campo base è la sede dei corsi e degli incontri nazionali di aggiornamento.

Il campo base è dotato di realtà permanenti come:

– Percorso climbing orizzontale di 6 metri;

– Poligono di tiro dinamico con l’arco lunghezza 20 metri con percorso di simulazione caccia preistorica di 300 mt;

– Slackline park a tre linee vita;

– Area bosco per riunioni serali con fuoco centrale e copertura paracadute;

– Area Bushcraft per training di formazione;

– 2 aree picnic per un totale di oltre 200 posti;

– Area eventi e convegni con palco di 42 mq;

– Area per attività di archeologia sperimentale;

– Area di tiro coltelli-fionda;

– Area per attività di orticoltura;

– Area per attività musicali e di pittura;

– Area teatro per seminari e conferenze;

– Percorso Bootcamp ad ostacoli di 300 metri (cargonet-zig zag-muri di gomme/legno-campo minato-monkey bar);

– Lakota Living History Tipi Village con 8 tende originali per un totale di 50 posti;

– Capanna in ginestra di stampo villanoviano per corsi e stage;

– Il Centro inoltre è dotato di un ampio parco attrezzature, mezzi ed equipaggiamenti che fanno parte anche del parco materiali della proposta nazionale di “Outdoor On Demand” della Wolves Italia veicolabili su richiesta in qualunque località italiana per eventi, manifestazioni, corsi:

– Mini parco percorso avventura autoportante per ragazzi

– Torre di arrampicata di 6 metri

– 20 MTB scuola da battaglia

– 6 Canoe canadesi in polietilene con rimorchio e 8 giubbotti + pagaie

– 15 Kayak in polietilene e vetroresina

– 3 E-bike Bottecchia

– 3 Fat bike Bottecchia

– 6 Mountain Bike Bottecchia

– 12 tende ad igloo verdi e marroni da 3 posti ciascuna

– 4 tende coloniali beige da 8 posti

– 4 tende aeree (Tentsile) per un totale di 12 posti

– 1 tenda conica da 10 posti

– 1 sistema di caduta assistita

– 20 prese di arrampicata per alberi

– 18 archi scuola (8 longbow – 6 takedown – 4 storici )

– 10 sagome 3D

– 15 boomerang scuola

– corde-canaponi per tiro alla fune

– 2 Telescopi per osservazioni notturne

– Pedane per step e fitness del bosco

– capanne, gazebo, area orto didattica e molto altro….

 

 

LA RETE DI CAMPI BASE E DI STRUTTURE E RESPONSABILI

 

PER LA FORMAZIONE OUTDOOR ESPERIENZIALE aderenti al settore nazionale OPES

 

CAMPO BASE UMBRIA – MARSCIANO

Referente : giuliano bicchieraro

(in allestimento)

 

CAMPO BASE PIEMONTE – GATTICO

Referente : Marco Caminati

tipologia : Centro internazionale di tiro con l’arco

 

CAMPO BASE WOLVES PUGLIA – VICO DEL GARGANO

Referente : grazia pia vitillo

tipologia : Struttura agrituristica con parco avventura

 

CAMPO BASE WOLVES ABRUZZO – PIETRACAMELA

Referente : MICHELE LUPOLI

TIPOLOGIA : STRUTTURA RICETTIVA ALBERGHIERA CON CAMPI SPORTIVI

 

CAMPO BASE WOLVES LOMBARDIA – CREMONA

REFERENTE : DAVIDE DALDOSS

TIPOLOGIA : CAMPO BASE SCOUT VICINO AL FIUME PO

 

 

TIPOLOGIE DI CORSI FORMATIVI ESPERIENZIALI EROGATI DAL SETTORE OUTDOOR

 

CORSO DI SOPRAVVIVENZA – AVANZATO – INVERNALE

CORSO DI SURVIVAL PRIMITIVO – LA VIA DI OTZI

CORSO DI TECNICHE BUSHCRAFT

CORSO DI ESCURSIONISMO

CORSO DI ORIENTEERING ED ORGANIZZAZIONE DI PERCORSI

LABORATORIO COMPLEMENTARE DI FORGIATURA DEI METALLI

CORSO DI FOTOGRAFIA DI VIAGGIO

CORSO DI TIRO DINAMICO CON L’ARCO

CORSO DI ARCHEOLOGIA SPERIMENTALE PREISTORICA O MEDIEVALE

CORSO DI TECNICHE DI ACCENSIONE DEL FUOCO CON STORYTELLING

CORSO DI CANOA E KAYAK FLUVIALE E MARINO

LABORATORIO DI INTRECCIO E CESTERIA

LABORATORIO DI LAVORAZIONE DEL CUOIO

CORSO-LABORATORIO DI LAVORAZIONE DELL’ARGILLA

CORSO DI TREE CLIMBING E SLACKLINE

CORSO DI FLINTKNAPPING – TECNICHE DI SCHEGGIATURA DELLA SELCE

CORSO DI AVVICINAMENTO ALLA MOUNTAIN BIKE

TREKKING e ORGANIZZAZIONE SPEDIZIONI DI PIU’ GIORNI IN TENDA -CANOA – MOUNTAIN BIKE – A PIEDI

 

ESCURSIONI GUIDATE NEI PARCHI

I Corsi sono tenuti da Istruttori OUTDOOR OPES ITALIA interni all’associazione e/o in collaborazione con altri professionisti ed associazioni di settore che la Wolves-OPES ITALIA riconosce per la loro professionalità operativa. I corsi non si pongono come obiettivo quello di creare figure parallele alle discipline sopra indicate, bensì di fornire ai partecipanti quella conoscenza di base sufficiente per divertirsi e scoprire con piacere e la dovuta professionalità le discipline Outdoor.

 

 

BIG - BUSHCRAFT ITALY GATHERING IL RADUNO NAZIONALE

 

Il B.I.G. è lʼincontro nazionale degli amanti delle discipline insegnate nellʼambito del Settore Outdoor & Survival dell’Opes Italia e della Wolves Italia. Oltre al BIG, che si tiene due volte lʼanno in coincidenza con gli Equinozi. Gli incontri di aggiornamento obbligatori annuali per Istruttori Outdoor si terranno sempre in coincidenza con questi eventi.

Il B.I.G. Bushcraft Italy Gathering è il primo evento nazionale che sia mai stato proposto in Italia come punto di incontro, in ambiente naturale, di appassionati di campeggio, di sport outdoor, di tecniche di sopravvivenza e bushcraft, di alimentazione del bosco, di discipline naturali. Il BIG è organizzato dalla W.O.L.V.E.S. Settore Outdor & Survival dellʼA.S.D. Il Monte Analogo. Lʼacronimo richiama esattamente lo spirito dellʼevento : Wilderness Outdoor Leadership Values Experiential School, Scuola esperienziale di valori e leadership attraverso attività esperienziali outdoor in ambiente naturale selvaggio. Il BIG si pone, attraverso i protagonisti ed i relatori degli Workshop, come la Festa della Vita nei Boschi, la Festa

della Natura, come forte momento di incontro tra chi una Vita Naturale la conduce realmente sul campo e chi la vorrebbe invece praticare, a qualunque età questa scelta possa essere fatta. Saranno invitate infatti anche scuole ed Istituti, famiglie ed appassionati, esperti e dilettanti, curiosi e professionisti, artigiani e creativi.

La partecipazione come espositori al BIG è aperta a negozi, associazioni sportive e culturali, singoli individui, artisti, artigiani, ristoratori, produttori, insegnanti ed istruttori, che propongano filosofie, sport, attività, materiali, idee, corsi, opportunità, legate al mondo della Natura, la cosiddetta Green Philosopy, oggi affiancata sempre più da termini inglesi come Food, Slow, Therapy, Forest, Green Fitness e molto altro. Ai partecipanti espositori è richiesta una quota di partecipazione, come da modulo apposito richiedibile, oltre, possibilmente, ad un evento (dimostrazione, esibizione, test, mini corso, seminario, conferenza, workshop,

lezione ) da inserire nel programma della manifestazione. Tutti i partecipanti espositori avranno inoltre la possibilità di esporre allʼinterno della loro area logo, striscioni, materiale pubblicitario. Coloro che volessero anche risultare come sponsor avranno anche uno spazio pubblicitario allʼinterno di video e di materiale promozionale cartaceo che verrà prodotto sotto forma di poster e depliant. Per lʼaccordo di sponsorizzazione e per definire gli spazi pubblicitari contattare la segreteria

Lʼingresso al Gathering è a pagamento così come lo sono i corsi, oltre alla quota simbolica per l’ingresso a partecipante, di ogni espositore, ditta, artigiano, esperto, che proponga stage o workshop operativi che comportino il coinvolgimento attivo dei partecipanti stessi.

Il catering potrà essere fornito da aziende espositrici o altrimenti verrà fornito allʼorganizzazione. Nessuno impedisce comunque ai partecipanti di cucinarsi il cibo che si saranno portati al seguito o che avranno acquistato in zona o presso gli stessi stand della manifestazione. La cottura dei cibi potrà avvenire solo e soltanto nelle aree prefissate. Lʼalloggio per i partecipanti è previsto in tende ed in apposite aree. La tenda può essere portata dal partecipante oppure potrà essere fornita, con un piccolo contributo, dall’organizzazione sotto forma di tenda da 3 posti ad igloo o tenda indiana da 4 posti. La legna da usare per i fuochi da campo e per tutte le attività è fornita direttamente sul posto dallʼorganizzazione del BIG. Tutta la manifestazione verrà sempre filmata e fotografata dagli operatori professionali ufficiali del BIG. Lʼingresso al BIG comporta anche lʼaccettazione della liberatoria per riprese video o foto. I corsi e gli stage che verranno proposti non dovranno avere una durata superiore ai 90 minuti e non dovranno durare meno di 60 min. Allʼinterno del BIG 2018 e di quelli futuri verrà proposto, da questa edizione, un challenge in survival skills, una sorta di gara/confronto amichevole sulle tecniche di accensione di un fuoco e sul suo trasporto, sulla cottura dei cibi e sulla costruzione di un riparo, il tutto da fare contemporaneamente in una area prefissata da cui prendere il necessario per la realizzazione delle attività. Il challenge è aperto ai soli partecipanti, non ai relatori , né agli espositori. Ogni anno al BIG è prevista la partecipazione di una personalità del mondo degli sport estremi, dellʼavventura, delle discipline outdoor, dei viaggi e del mondo naturale come testimonial della filosofia di vita che il BIG incarna. Lʼorario di apertura dei cancelli al mattino è fissato alle 8.45. Lʼorario di apertura degli stand espositivi è fissato alle 9.00. lʼorario di chiusura dei cancelli è fissato alle 24.

 

Scarica la brochure del Settore Nazionale Outdoor di OPES