OPES Danza: il saluto al 2023, con lo sguardo già proiettato al futuro

Si chiude la prima parte della stagione sportiva. Il settore nazionale danza di OPES, guidato da Enrico Di Prisco, raccoglie i frutti di un lavoro intenso e certosino e guarda all’inizio del 2024 con entusiasmo.

È stato un periodo magico, ricco di passione, talento e impegno da parte di tutti i partecipanti. Il successo di questa sessione è stato senza precedenti, con un numeri record di adesioni che hanno contribuito a rendere ogni evento un’esperienza indimenticabile. Successo coronato dal sold out del Sicily Dance Award di questo dicembre, che ha costretto la macchina amministrativa a suddividere l’evento in due appuntamenti”, commenta Di Prisco, passando in rassegna le numerose attività andate in scena durante gli ultimi mesi.

Poi ha proseguito: “Mentre si conclude questa emozionante fase, OPES Danza è già pronta a guardare al futuro: Gennaio vi accoglierà con nuovi appuntamenti che apriranno una sessione di eventi, non solo in Italia ma anche oltre i confini nazionali. Oltre a diversi eventi nelle principali città italiane, il settore ha organizzato esperienze imperdibili in cui l’opportunità di imparare e mettere alla prova le proprie capacità si accompagna a momenti di divertimento, tra mare e grandi mete europee. Preparatevi: sta per arrivare un nuovo capitolo di emozioni, formazione e divertimento con Opes Danza!”. Dunque, un invito impossibile da declinare.

Il 10° concorso Piero della Francesca

A proposito di grandi eventi e di novità, il settore si fa promotore anche di un’iniziativa arrivata ormai alla decima edizione: il concorso di danza Piero della Francesca, nato nel 2013 con lo scopo di creare un evento di danza di rilievo a livello nazionale per la città di Arezzo.

Il concorso, come spiega l’organizzazione (a cura dell’ASD Progetti Per La Danza evoluzione CAB Collettivo Arezzo Ballet), offre opportunità di confronto e crescita a tutti gli aspiranti ballerini sul territorio nazionale, numerose scuole ed allievi negli anni hanno partecipato a questo evento che si è sempre imposto per gli elevati standard qualitativi e organizzativi, ha ottenuto il sostegno della critica e dei professionisti della danza a testimonianza della validità dell’iniziativa, confermata anche della qualità delle esibizioni che riguardano le varie discipline della danza accademica, danza classica e repertorio, danza contemporanea, modern e Hip Hop.

Scarica qui il comunicato per approfondire!

Condividi il post:

Articoli simili